Decameretta: dov’è la mia casa?

Decameretta di Malika Ayane …uno spazio immaginario dove condividere pensieri

19 Giugno 2020:

Dov’è la mia casa?

difficile da dire…è il mio tema da sempre e chissà di quanti altri…di quelli che hanno vissuto e vivono in più luoghi…

allora mi chiedo: si possono avere più case e quindi più radici? e qual è quella più radicata? 

forse nessuna…

a volte è doloroso, mi  sento nomade, non ho punti di riferimento sicuri, devo sempre crearne di nuovi per stare al passo con il presente e imparare a orientarmi…avverto la necessità di trovare il mio posto nel mondo ma forse non ce n’è uno solo…e forse il mio posto è proprio il mondo, quello che scelgo, che sa un po’ di me perché m’incontra e mi è affine in quel momento….

Sentirmi a casa  è una relazione con il dentro…si tratta di tracciare un perimetro per definire uno spazio intimo, all’interno del quale posso permettermi di essere chi sono, senza maschere, al sicuro e allo stesso tempo libera … uno spazio fisico, anzi meta-fisico, dove ci sono le mie abitudini, quelle a cui non voglio rinunciare, le mie aperture o chiusure, le paure e il mio stile di vita… Così oggi mi sento come la lumaca che la sua casa se la porta con sé …ovunque scelga di andare.

foto by Clòro @these_foolish_things